jump to navigation

Report: ancora le banche? 15 ottobre 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
trackback

4444.jpg

Nella puntata del 14.10.07 la trasmissione televisiva „report” si è occupata dI STRUMENTI FINANZIARI .

L’argomento della serata era incentrato sui cosiddetti “derivati”. Strumenti finanziari ad alto rischio che molte volte lasciano “con il culo per terra i clienti”. Dalle interviste, fatte agli Amministratori di alcune società, è emerso che alcuni Istituti avrebbero consigliato ai clienti di modificare le loro linee di finanziamento con contratti derivati.  

Alcuni imprenditori avrebbero poi perso tutto e, da analisi fatte da specialisti del settore, è parso chiaro come le dichiarazioni di operazioni cosiddette “senza spese”, sarebbero caricate delle stesse fin dal momento dell’ emissione dello strumento finanziario.  

Gli Enti Pubblici sarebbero poi carichi di debiti, continuando a spostare nella legislatura seguente i debiti con contratti di derivati “ad hoc”. Nella sostanza, avrebbero già di fatto dichiarato il fallimento di Comuni, Enti o Regioni. ( NB. Gli amministratori nella maggior parte dei casi sono poi persone che non hanno alcuna conoscenza in ambito finanziario). 

Tutto ciò avrebbe portato al fallimento il Comune di Taranto, comune che ha anticipato un tracollo che nel tempo potrebbe interessare anche altri enti pubblici nazionali. Forse tra qualche anno gli Istituti di credito, oltre ad avere intrecci di interesse (e non solo) in tantissimi ambiti economici, potrebbero divenire anche  proprietari di municipi, palazzi, piscine, campi sportivi ecc.  

Fantafinanza o realtà? 

I colleghi  del credito sono invitati a consultare il sito di report per prendere atto degli incentivi (viaggi, benefit ecc.) corrisposti dalla Banca Italease a favore dei propri dipendenti. Metodi che ricordano temi con cui  i lavoratori del credito devono fare i conti.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: