jump to navigation

Neubau Hauptsitz – Nuova Sede: tutti a Bolzano, alles nach Bozen 11 giugno 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

News dalle RSA:

Nella giornata di ieri, a Bolzano, la Banca ha convocato un incontro per illustrare il progetto per la costruzione di una nuova sede aziendale.

Il progetto, seppur ambizioso, prevederebbe la concentrazione di TUTTI i servizi nel capoluogo altoatesino.

Le Rsa UILCA e FISAC hanno rimostrato preoccupazione per tutti i colleghi dei territori limitrofi, che, oltre ad un impoverimento delle aree di provenienza, vedrebbero svanire quei principi legati all’appartenenza al territorio, o alla cosiddetta “qualità della vita” – lebensqualität -. Principi tanto cari agli abitanti della nostra Regione.

Siamo tutti consapevoli che il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente, tuttavia i cambiamenti sono più complessi per coloro che sono cresciuti con una cultura come la nostra. Cultura fortemente radicata al territorio.

Considerata l’importanza della materia per i lavoratori della Volksbank, le Rsa Confederali seguiranno da vicino gli sviluppi, promuovendo, con il sostegno dei colleghi e delle colleghe, azioni volte ad attutire eventuali ricadute negative.

 

Proposto accordo per l’orario flessibile 11 giugno 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

News da Fisac/Cgil. Vi presentiamo un estratto della lettera inviata alla Direzione in data odierna. È stata presentata una proposta di accordo per l’introduzione dell’orario flessibile.

«Egregi Signori,

unita alla presente Vi proponiamo una bozza di proposta per l’introduzione in Banca Popolare Volksbank dell’orario flessibile, considerando la recente entrata in funzione della timbratura elettronica delle presenze in entrata e uscita.

La proposta che vi presentiamo presenta uno scopo del tutto pragmatico: gettare le basi per la creazione condivisa di un regolamento di orario flessibile da applicare a tutti i lavoratori, tenendo conto delle effettive esigenze sia della Banca, sia dei lavoratori stessi.

La nostra Azienda non è né la prima, né l’ultima ad applicare un orario flessibile in entrata e uscita. Pertanto, stante la buona volontà delle parti, non dovrebbe risultare troppo arduo giungere ad una conclusione vantaggiosa per tutti.»