jump to navigation

ORARIO DI LAVORO: umiltà cercasi 4 giugno 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
trackback

Tutti possiamo sbagliare.  

Anche una Banca, o meglio coloro che la  rappresentano.

Sull’orario di lavoro (e non solo) si può proprio dire che è stato un “flop”. Ciò che più preoccupa è che da tempo non si cerchino comunemente le soluzioni più idonee (magari con un pizzico di umiltà), ma si minimizzino le ricadute facendo magari produrre ore e ore di stress ai colleghi che, per esempio, sono preposti alla gestione del rilevamento delle presenze. 

Metodi e procedure che sanno molto d’ altri tempi. L’importante è che non si sappia in giro e che non si riconducano scelte sbagliate ad uno o all’altro preposto di turno. Personalmente siamo dell’opinione che il confronto è la strada da perseguire.

Una Banca preparata e competitiva ha un Sindacato forte e preparato (non solo numericamente ovviamente). Da noi pensiamo che le cose vadano diversamente.  Il Sindacato DEVE comportarsi in un certo modo, il modo che predilige la Banca.

Chi non ci sta è un rivoluzionario ed una persona su cui non si può fare affidamento. Dinamiche strane frutto di modelli che non produrranno mai benefici reciproci.

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: