jump to navigation

Premiazione dei vincitori del concorso sulla sicurezza. 31 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

Premiati dalla “DuPont” i vincitori del concorso sulla sicurezza


Nel corso di una cerimonia tenutasi questa mattina presso lo stabilimento “DuPont” di Bolzano sono stati premiati tre studenti che hanno vinto il concorso “DuPont Community Fund” sulla sicurezza tenutosi nel marzo scorso. I giovani studenti che si sono aggiudicati il premio messo in palio dalla multinazionale sono Daniela Obojes, della quinta classe dell’IPSCT, Marco Colombo della V classe delle I.T.I. ed Ilaria Bozzolan della IV classe I.P.I.A. di Bolzano.

Hanno preso parte alla cerimonia di premiazione oltre alla vicepresidente della Provincia, Luisa Gnecchi, il direttore dello stabilimento DuPont di Bolzano, Paul Arend, la sovrintendente scolastica, Bruna Visintin Rauzi, il dirigente dello stabilimento, Franco Bonmartini, la responsabile delle pubbliche relazioni della DuPont Italia, Chiara Pellegrini e Michele Libori, rappresentante del Comprensorio Bolzano Città di “Assoimprenditori Alto Adige”.

Nel suo saluto la vicepresidente della Provincia, Luisa Gnecchi, ha sottolineato la particolare attenzione che l’Assessorato al lavoro dedica al settore della sicurezza e della prevenzione, nonché alla prevenzione di campagne in collaborazione con l’Inail.

È necessario” ha rilevato la vicepresidente della Provincia “riuscire a creare una vera e propria cultura della sicurezza, anche a livello individuale affinché ci si renda conto di quali siano i comportamenti più idonei a prevenire i rischi”. In quest’ ambito l’assessora ha espresso il proprio plauso per l’iniziativa di sensbilizzazione dei giovani promossa dalla società DuPont de Nemours Italiana.

In questo senso” ha aggiunto “vanno accolte e sostenute tutte le iniziative delle aziende che vanno verso il mondo della scuola e finalizzate ad attivare una maggiore sensibilità nei confronti della sicurezza a tutti i livelli. Un infortunio non deve mai essere inteso come una fatalità. La sicurezza è il futuro del lavoro”.

Analoghi concetti sono stati quindi espressi dall’intendente scolastica Bruna Visintin Rauzi, e dal dott. Michele Libori, rappresentante del Comprensorio Bolzano Città di “Assoimprenditori Alto Adige” il quale ha auspicato un rapporto sempre più stretto tra la scuola ed il mondo del lavoro.

La “DuPont de Nemours Italiana” occupa a livello internazionale oltre 60.000 addetti che operano in 75 Paesi. Lo stabilimento di Bolzano occupa circa 50 dipendenti fissi oltre a 30 a tempo determinato e svolge il ruolo di centro logistico a livello nazionale. Il nome della “DuPont” è legato, ad esempio, alla creazione di prodotti che ormai sono parte integrante della nostra vita di tutti i giorni come ad esempio il nylon, il teflon. Tradizionalmente l’azienda dedica una particolare attenzione al settore della sicurezza e della   prevenzione ed il concorso appena concluso si inquadra in una serie di iniziative di sensibilizzazione che vengono condotte in numerose scuole a livello nazionale.

Ufficio stampa della Provincia di Bolzano.
Comunicato n° Press 2901 del 25.05.2007 16:57

Annunci

CCNL:la filastrocca 30 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

E’ partito il negoziato non da tutti supportato,

i banchieri disperati cercan soldi regalati,

poveracci fino ad ora, sol fusioni ed altro ancora,

or all’abi non c’è sella, e la strada non è bella,

son i Gruppi sostanziosi i Giganti più vogliosi,

tutti quanti sembran pazzi, ma c’è uilca e son cazzi…

Den Kopf einziehen – Giù le braghe ! 24 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

images.jpg

Siamo alle solite… alla Popolare “VALE TUTTO”. Come quando eravamo bambini (e forse qualcuno non si è accorto di essere cresciuto).

Dopo la richiesta alla Direzione di Azzeccagarbugli e dell’Abbracciatore Solitario, ora si intende continuare la trattativa sul Contratto Integrativo,  

COSTI QUEL CHE COSTI.  

L’importante è accontentare la Banca e mettere a tacere i lavoratori. La Banca ha rimesso sul tavolo la vecchia proposta. Ricordiamo che in questa Azienda le proposte concrete per il  rinnovo del Contratto Integrativo non le presentano le Organizzazioni Sindacali, ma la Banca (metodo che non ha precedenti).

E’ su questa documentazione che si tratta (premio meno favorevole, figure a discrezione della Banca, part-time controllati ecc.ecc.), nonostante pochi mesi or sono  UILCA e FISAC avevano promosso ricorso al Giudice del Lavoro per contrastare l’interruzione del  negoziato (11 mesi) promossa dalla Fabi.  

Tutto avviene in sordina senza alcun imbarazzo, nonostante le previsioni del CCNL VIETINO la  sovrapposizione dei cicli negoziali. La rigidità è tale che la Banca intende chiedere l’avallo di ABI per continuare la trattativa. 

Chiaramente facendo firmare quello che più gli fa comodo!!!!  (Tanto i  lavoratori dal canto loro si lamentano  motivando la situazione causa dei diverbi tra Sindacati.)  

SVEGLIA. Solo Voi lavoratori potete cambiare questi foschi intrecci.

DER TAUSCH – LO SCAMBIO 21 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

aaa.jpg

 

Alla luce delle pozzibili dimizzioni del Prezidente e conziderato che il nuovo avrà il conzenzo di buona parte del Cda, la Direzione coza chiederà in cambio?

Conziderato che probabilmente zarà accantonata la figura del Condirettore, chi zarà il nuovo vice-direttore? 

…mah…chizzà…

CIA: le “manovre continuano” 18 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

123.jpg

Dopo anni dall’avvio delle trattative per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale, qualcuno ci prova ancora. Alla chiusura netta della Banca, sembra che una sigla (questa volta non quella autonoma) “molto vicina” ai vertici, abbia fatto un ulteriore tentativo.

Circola voce che la scorsa settimana un Sindacalista sia “VOLATO” a Bressanone e, guarda caso, subito dopo è arrivata la convocazione. I Confederali sono aperti e disponibili ad ogni opportunità (fermo restando il rispetto delle leggi e delle norme vigenti) informando nel contempo i lavoratori che  per cause non imputabili a UILCA e FISAC, ormai si è fatto tardi.

Come previsto dal CCNL, il 28 maggio è alle porte e, come sancisce il Contratto di Lavoro, è VIETATA la sovrapposizione dei cicli negoziali.

Chi ha concesso proroghe e deroghe alla Banca, DEVE ORA ASSUMERSI le responsabilità nei confronti dei colleghi.

Premio: i conti della serva… 14 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

pre07.gif

Inquadramenti: così non va… 8 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

11.jpg

NEWS – A seguito dell’insoddisfazione diffusa dei colleghi e delle colleghe sugli ultimi avanzamenti di carriera, la UILCA ha provveduto ad inoltrare alla Banca richiesta per conoscere i dati sullo sviluppo professionale dei lavoratori. 

I dati sono necessari per avere una visione generale degli inquadramenti nei Servizi e nelle varie aree di appartenenza  per poi verificare quanto e come la Banca premi i lavoratori per i risultati raggiunti. Noi crediamo che questo sia un iter corretto per conoscere gli sviluppi  degli inquadramenti del personale.  

Ciò che lascia l’amaro in bocca è che la Banca ha provveduto a comunicare i dati a tutte le rappresentanze sindacali, anche se la richiesta è stata inoltrata dalla UILCA. Premesso che non abbiamo alcun pregiudizio ne volontà di non collaborazione con alcuna sigla sindacale, riteniamo che la situazione NON POSSA continuare in questo modo.  

Se i colleghi sostengono il Sindacato Autonomo devono assumersi le responsabilità sulle politiche del lavoro che questo sindacato promuove. Basta lamentarsi chiedendo la collaborazione dei Sindacati Confederali con in tasca la tessera degli autonomi. Così non va…

DICONO DI NOI…ÜBER UNS GESAGT… 4 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

232.jpg

NEWS –

Auszug aus Mitteilung der Verbraucherzentrale Südtirol

Estratto del comunicato del Centro Tutela Consumatori Utenti  

 

– Osservatorio Conto Correnti 2007 

I conti offerti dalle banche nazionali si dimostrano, ancora una volta, meno concorrenziali rispetto a quelli delle banche locali, con l’unica eccezione del conto stipendi della Banca Popolare dell’Alto Adige, il più caro in assoluto.  

La banca popolare a partire dal 1 aprile del 2007 ha proceduto ad una serie di aumenti preoccupanti che colpiscono anche il Conto stipendio per il quale sono consentite solo 15 operazioni trimestrali esenti.  

Ha introdotto la commissione di 1 euro allo sportello per i prelevamenti, aumentato i costi relativi all’invio di posta e dei bonifici allo sportello, introducendo una commissione trimestrale di 5 euro per il servizio di casella postale.

Nessuna banca finora era arrivata a tanto. Altro primato della Popolare è il costo del Bancomat (20 euro) e la pretesa di 2,50 euro per i prelevamenti effettuati presso altri istituti.  

– Kontokorrentbeobachungsstelle 2007 – 

Die Produkte der nationalen Institute erweisen sich erneut als wenig konkurrenzfähig im Vergleich mit den lokalen Angeboten; einzige traurige Ausnahme ist das Gehaltskonto der Volksbank, welches das absolut teuerste Produkt am lokalen Markt ist.  

Mit 1. April 2007 wurden von der Volksbank einige besorgniserregende Kostenerhöhungen durchgeführt: so wurden unter anderem die Anzahl der kostenlosen Bewegungen auf 15 pro Trimester reduziert, und die Barbehebungen am Schalter kosten ab diesem Zeitpunkt 1 Euro.

 Auch die Kosten für die Zusendung der Mitteilungen und jene für die Überweisungen am Schalter wurden angehoben. Außerdem wurde eine trimestrale Gebühr von 5 Euro für das Postfach eingeführt – noch keine andere Bank hat sich dies erlaubt.  

Ein weiterer Negativ-Rekord der Volksbank: die Kosten für die Bankomatkarte (20 Euro pro Jahr und 2,50 Euro für jede Behebung bei einem Bankomatschalter eines anderen Bankinstituts).

 

E noi…? – 2 maggio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

1.jpg

TARGET: NON CONDIVIDIAMO!

– Articolo tratto dal sito www.uilca.it 

 In data 27 aprile si è conclusa la procedura di confronto per il sistema incentivante 2007.L’azienda ha presentato il solito progetto del target indirizzato alla rete, che coinvolge solamente una parte del personale del Banco.Le Organizzazioni sindacali hanno ripetutamente proposto di:

·        semplificare gli indicatori accorpandoli per classi omogenee;

·        aumentare gli importi base all’interno delle squadre;

·        applicare il sistema squadre anche a tutti i lavoratori delle aree;

·        estendere il sistema incentivante alla Direzione Generale in sostituzione dell’attuale iniquo sistema premiante.

Tutte le proposte sono state respinte. La  mancata condivisione da parte aziendale delle proposte sindacali conferma la rigidità e l’indisponibilità a qualunque cambiamento delle politiche di gestione del personale ormai inadeguate.

DIRCREDITO, FABI, FALCRI, FIBA-CISL,FISAC-CGIL, UGL, UILCA