jump to navigation

Piattaforma CCNL: ieri a Trento è stata presentata a tutti i sindacalisti bancari in regione 1 marzo 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
trackback

Le Segreterie Nazionali delle nove sigle dei sindacati bancari hanno presentato ieri a Trento la piattaforma di rinnovo del CCNL che verrà consegnata in ABI agli inizi di aprile.

L’incontro di ieri ha dato il via alle assemblee con i lavoratori nelle varie aziende di credito. Le RSA dovranno nelle prossime settimane illustrare ai lavoratori i contenuti delle richieste elaborate dalle nove OO.SS.: Dircredito, Fabi, Falcri, Fiba/Cisl, Fisac/Cgil, Silcea, Sinfub,Ugl, Uilca.

La riunione è stata movimentata dalla Fabi provinciale con alcuni suoi esponenti provinciali di spicco, che hanno lanciato aspre critiche sia sulla piattaforma attuale, sia sui CCNL pregressi, mettendo peraltro in evidenza una spaccatura interna con la propria struttura nazionale, che come è noto ha contribuito ampiamente all’elaborazione e alla stesura della piattaforma rivendicativa.

Giulio Romani, segretario nazionale Fiba/Cisl, in modo pacato, ma con una replica durissima nei contenuti, ha prontamente rispedito al mittente le critiche-Fabi con ampie argomentazioni che, muovendo da un’analisi approfondita sul piano diacronico e sincronico, sottolineavano la valenza e la grande importanza delle conquiste raggiunte e delle tutele mantenute nel settore del credito a favore dei lavoratori.

Fisac/Cgil, Uilca e Fiba/Cisl hanno ribadito la necessità di impegnarsi a fondo per organizzare le assemblee con la finalità di spiegare ai lavoratori i contenuti della piattaforma nel modo più chiaro e semplice possibile. Fabio Degaudenz ha esposto una breve panoramica sulla situazione in regione, illustrando per sommi capi la portata delle nuove dinamiche di settore sul nostro territorio; Giorgio Pedron ha puntato l’attenzione sulle specifiche problematiche legate a talune aziende che operano in provincia e fanno parte di grandi gruppi. Pino Giordano ha rimarcato l’importanza che deve essere attribuita all’osservanza delle tempistiche nei rinnovi, mentre Adriano Bozzolan ha fatto presente i vincoli sempre più stretti che sul territorio legheranno le banche agli interlocutori sociali, nell’ottica di quella responsabilità sociale d’impresa che si sta ritagliando una fetta sempre più importante grazie soprattutto ai processi di modernizzazione già in atto da tempo a livello europeo.

Vi ricordiamo ulteriormente che marzo sarà il mese dedicato alle assemblee ai lavoratori, dove verranno spiegati i contenuti della piattaforma rivendicativa per il rinnovo del CCNL.

Contiamo su una vostra larga partecipazione

Bolzano, 1 marzo 2007

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: