jump to navigation

Avviati i lavori unitari, ma Fabi si tiene fuori 23 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

fireworks.jpg

informativa ai lavoratori

LAVORI UNITARI PER LA PRESENTAZIONE DELLA PIATTAFORMA CCNL

Sono cominciati oggi 22 febbraio 2007 gli incontri che a livello regionale, provinciale e aziendale dovranno stabilire gli iter e le modalità per spiegare a tutti i lavoratori la nuova piattaforma di rinnovo del Contratto Nazionale che i sindacati presenteranno ufficialmente in ABI agli inizi di aprile.

In Popolare\Volksbank hanno partecipato all’incontro in programma tutti i sindacati tranne la Fabi, che in questa banca – non è una novità – percorre la strada della dissociazione sistematica.

Tutti gli attivisti sindacali erano stati avvisati con largo anticipo degli incontri intersindacali in programma, che tra l’altro sono stati disposti dalle Segreterie Nazionali.

Considerato che in questa tornata contrattuale si è riusciti ad ottenere una straordinaria compattezza del tavolo negoziale nazionale (con l’unitarietà di tutte e nove le Organizzazioni Sindacali dei bancari), confidiamo che anche la RSA Fabi della Popolare\Volksbank in futuro si renda conto di questa straordinaria conquista e voglia quindi percorrere la strada della cooperazione, partecipando agli incontri previsti e lavorando gomito a gomito con le RSA DIRCREDITO, FISAC-CGIL E UILCA.

LE RSA UNITARIE

DEAD MAN WORKING? 22 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

robbery.gif

Comunicato sulla sicurezza dei lavoratori

Lavis: l’ennesimo assalto armato dall’inizio dell’anno. Non è forse giunta l’ora che la banca prenda provvedimenti?

Vi ricordate le ultime due rapine di poche settimane fa? Le porte d’entrata delle filiali si spalancavano in automatico: Prego, entri!

Cosa aspettiamo – noi banca – ad adottare misure di sicurezza di buon senso (certamente costose)?!

Che cosa stiamo aspettando? Il morto?

I sindacati Fisac e Uilca si sono sempre lamentati con forza sulla noncuranza ed inazione dell’azienda rispetto agli assalti armati, e pretendono di essere coinvolti in riflessioni compartecipative e risolutive sul tema.

Confidiamo serenamente in una convocazione ad hoc dell’Istituto per un confronto di idee sulla problematica.

Rapine ed assalti: l’escalation continua 21 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

12.jpg

Risale a poche ore fa l’ultimo assalto alla Banca Popolare di Lavis. Il boato sentito nella notte in tutto il paese ha creato subbuglio e preoccupazione tra gli abitanti. I malviventi sembra non siano riusciti ad appropriarsi di alcuna banconota del bancomat. 

L’ennesimo assalto ripropone sempre più il tema della sicurezza per i lavoratori che operano negli Istituti di credito, in particolar modo quelli apparteneti alle banche locali. Sono buona parte di quest’ ultime a non essere dotate di bussole antirapina.

Nonostante le rimostranze (e l’escalation continua del problema) più volte espresse dai Sindacati aziendali UILCA e FISAC, la Banca non ha mai ritenuto utile aprire un tavolo di confronto specifico in sede aziendale per prevenire tutte le ricadute che ne potrebbero derivare.

Clamorosa retromarcia 20 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

tessentrata.gif

Caporetto 

Le chiacchiere che si sentono per i corridoi riferiscono che la banca – dopo essersi accorta di aver prodotto un regolamento contenente disposizioni contra legem – ora farebbe «indietro tutta» prevedendo che il cartellino magnetico serva solo a rilevare la mera entrata, buttando dunque alle ortiche tutta la questione della flessibilità.

Nell’incontro del 28 febbraio prossimo con i sindacati vedremo come stanno effettivamente le cose.

Certo che… spendere una montagna di soldi soltanto per rilevare che una persona è «elettronicamente» entrata… sarebbe una gran bella mossa!

FORMAZIONE e obiettivi: chiusura delle filiali. 20 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

11.jpg

Da giorni è terminata la prima sessione di formazione per i colleghi della rete commerciale. Abbiamo raccolto le perplessità e le indicazioni legate ai metodi, agli argomenti e ai contenuti proposti.

Per molti colleghi l’iniziativa ha lasciato “l’amaro in bocca”.

Da tempo la gran parte degli addetti allo sportello svolge mansioni aggiuntive che non sono contemplate dal Contratto Collettivo di Lavoro. Ora il nuovo attestato (che si dice verrá consegnato a quasi tutti i partecipanti all’iniziativa formativa) aprirà le porte allo SVILUPPO PROFESSIONALE tanto auspicato dai colleghi, oppure “chi di dovere” continuerà a stringere gli spaghi della borsa?

Cari colleghi e colleghe ricordate che i Sindacati che riproducono i Vostri diritti e le vostre necessità sono sempre gli stessi:

la UILCA /uil e la FISAC/cgil

Come mai altre Organizzazioni, così tempestive nel raccogliere le iscrizioni al Sindacato, non sono altrettanto sensibili verso quanto accade giornalmente in Azienda.

Ricordiamo a tutti i colleghi che la delega al Sindacato non significa avere sconti nei negozi, regali, bonus o altro, ma al contrario richiede una riflessione sull’importanza di conferire il mandato a colui o coloro che si fanno portavoce delle aspettative dei lavoratori.

Ogni altro commento è superfluo.

Scrivi Unicredit – leggi Volksbank – della serie: come siamo messi… 20 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

«Si sono svolti, nelle giornate del 14 e 15 febbraio u.s., gli incontri tra le Delegazioni di gruppo delle scriventi OO.SS. e la Delegazione aziendale… per discutere della proposta aziendale di procedere alla definizione a stralcio del premio aziendale in riferimento all’esercizio 2006.

Durante tali incontri le OO.SS. hanno rappresentato all’azienda la necessità, condivisa dai lavoratori durante le assemblee dei C.I.A., di un recupero economico reale per tutti i colleghi in considerazione degli eccellenti risultati economici conseguiti dal gruppo con il contributo dei lavoratori che, però, non hanno partecipato alla distribuzione di tale crescente redditività.»

Questo è un comunicato delle Segreterie Sindacali Unicredit, ma sembra rivolgersi anche a Volksbank. La verità è che oramai tutte le banche seguono la stessa politica aggressiva dettata dall’ABI, che non tiene minimamente conto dei risultati più che positivi del sistema e non tiene conto nella misura dovuta dell’impegno dei lavoratori.

Il comunicato conclude: «Di fronte alla netta chiusura aziendale ed alla indisponibilità nei fatti a rivedere le sue posizioni, le scriventi OO.SS. hanno deciso di dichiarare lo stato di mobilitazione dei Lavoratori del Gruppo.

L’unità sindacale raggiunta e la compattezza di tutti i lavoratori sapranno dare le giuste risposte alle posizioni intransigenti dell’Azienda.»

Tutto il mondo è paese, ma il dato che emerge è un quesito: riusciamo a mantenere le peculiarità locali o siamo ormai livellati agli istituti nazionali?

A voi la risposta.

Stefan Zweig

Il «colloquio dei lavoratori»*: strumento di tortura? 16 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
add a comment

gogna.gif

Niente affatto! In sé non sarebbe male; dipende più che altro da come lo si usa. Ogni strumento può essere utilizzato a fini benevoli o malevoli.

Sempre più colleghi ci fermano per strada per chiederci come debbano comportarsi nei confronti dei «colloqui dei lavoratori».

In via generale possiamo suggerire che chi è convinto di farlo ( e lo vuole fare a tutti i costi) dia pure fiato alle trombe! Stia comunque attento a quello che dice perché eventuali parole incontrollate e sfuggite al suo filtro mentale potrebbero essere usate a suo svantaggio.

Chi invece fermamente non lo vuole, ha due possibilità:
a) non spiaccicare una sola parola (consigliabile)
b) farsi accompagnare dal suo rappresentante di fiducia

*Attenzione: è del tutto ovvio che non rientra in questa fattispecie il normale colloquio dove vengono unicamente impartite le istruzioni per lo svolgimento dell’attività. Chiedi maggiori informazioni al tuo rappresentante di fiducia

Speciale Carnevale: che cosè? 15 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

il-mostro.JPG

Radioscarpa su segnalazione di un collega promuove un concorso (con premio una bicchierata insieme a radioscarpa). Verranno premiate le risposte che perverranno per prime con le casistiche riproposte elencate correttamente:

○ è uno studio internazionale di un Azienda collocata alla Silicon Valley;

○ è il disegno di un bambino che si ispira ad un polipo;

○ è un ragno velenoso cui sono stati mozzati alcuni tentacoli;

○ è un alieno non ben identificato

○ è la riproduzione grafica di una grande azienda europea

 

A carnevale ogni scherzo vale… 15 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

Forza ragazzi, è carnevale e ogni scherzo vale. Divertitevi a prendere per il naso chi volete; fatelo – mi raccomando – con stile e ironia, ma soprattutto con una grassa risata. Meno il vostro interlocutore capirà che lo state menando per il naso e più sarete stati bravi. Volete mettere la soddisfazione?!

Francesco Werfel

Quando termina la stagione dei saldi? 13 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

fiume-inverno.jpg

Premio al ribasso?

 

Il prossimo premio sarà parecchio più basso dell’anno scorso anche se l’Azienda sta andando bene?

 

Il prossimo premio sarà parecchio più basso anche se c’è un accordo di garanzia che prevederebbe che, in mancanza di intesa, debba essere corrisposto il premio dell’anno scorso?

 

 Il nuovo CIA verrà firmato con alcune parti al ribasso?

 

Vi sono sigle che sono disposte a firmare una penalizzazione del genere?

 

Questi e altri dubbi sono dovuti al silenzio dell’Azienda?

 

Cari colleghi, meditate?

CCNL: Un CCNL per il valore del lavoro 8 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

1.jpg

E’ stata presentata ed approvata dagli esecutivi nazionali la piattaforma per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale del credito.

I punti che danno e forza e valore al testo sono legati a:

   Centralità del lavoro,

–  Qualità della prestazione e della vita,

     Riequilibrio salariale e distributivo,

     Responsabilità Sociale praticata dell’Impresa. 

La moderazione salariale e la qualità del lavoro dei bancari hanno consentito alle Banche italiane negli ultimi anni di riallinearsi ai costi delle  banche europee.  

Tutto ciò ha prodotto corposi Bilanci che di fatto non hanno avuto una ricaduta corretta verso tutti gli stakeholders.

I lavoratori sono tra questi e tra coloro che intendono veder riconosciuti in questa tornata contrattuale gli sforzi prodotti e  la professionalità tempo per tempo acquisita. 

Nelle prossime settimane saranno convocate le assemblee nelle rispettive Aziende di credito. 

TFR: moduli in fase di emanazione 5 febbraio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
comments closed

carte.jpg

 

Dopo la recente definizione dei decreti attuativi riguardanti la previdenza complementare, sul web sono già apparsi i moduli conformi alle direttive recentemente emanate.

 Le Rappresentanze sindacali UILCA e FISAC, visti gli sviluppi, hanno provveduto ad interpellare direttamente il Servizio personale della banca.

Dal colloquio è emerso che a breve verranno riprodotti i moduli da compilare direttamente tramite il sistema informatico aziendale.  

Onde evitare contrapposizioni che potrebbero creare una situazione di confusione tra i colleghi/e, le Rsa Confederali hanno convenuto di attendere la modulistica che a giorni dovrebbe essere emanata dalla Banca. 

Con il nostro interessamento,  speriamo aver dato una sufficiente risposta alle aspettative dei colleghi e delle colleghe.