jump to navigation

Rapine in aumento nelle banche altoatesine? 29 gennaio 2007

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
trackback

pistola.jpg

La domanda per alcuni può sembrare banale, così come la risposta. Basta aprire gli occhi o i giornali per rendersi conto.

Un fenomeno che negli ultimi tempi in Sudtirolo ha raggiunto livelli preoccupanti.

Talvolta qualcuno giustifica le attuali misure di sicurezza delle Banche, legando le rapine al cosiddetto “mordi e fuggi” del balordo di turno  più che all’opera di  banditi incalliti e determinati come quelli che assaltano i furgoni portavalori.

I Sindacati UILCA e FISAC ritengono che non sempre colui o coloro che sono dei professionisti sono più o meno pericolosi del rapinatore solitario.  L’unica variabile che ora emerge è  legata alla  crescita degli eventi.

Di riflesso aumenta  il livello di rischio.

Quali misure  adottare come  deterrente ? Installare le bussole antirapina.

Questo è  parte di ciò che la tecnica mette a disposizione per questi eventi malavitosi.

Pur con queste indicazioni elementari, alcune  Banche, in particolar modo quelle locali,  non installano le bussole.

Quanto costa l’installazione di una bussola antirapina e quanto costano due semplici porte di vetro che permettono l’ingresso e l’uscita dalle Banche locali?

Costi di gran lunga differenti. L’importante è che se in futuro dovessero succedere eventi tragici, l’evento non venga attribuito solamente alla casualità, ma anche ad elemento legato alla scelta (o altro) di contenere i  costi.

A questo punto non resta che chiedersi quale sia il giusto prezzo della vita.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: