jump to navigation

La funzione politico-critica del sindacato 13 dicembre 2006

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
trackback

lavoratori_epoca.jpg

Riguardo alle recenti discussioni sul ruolo e sull’atteggiamento dei sindacati nei confronti del governo, siamo dell’avviso che un sindacato non deve mai mancare di esercitare il suo ruolo “critico” e “politico”, perché è evidente che le decisioni prese a livello governativo producono i loro effetti sulle famiglie e sul mondo del lavoro. E i sindacati hanno il compito di tutelare i lavoratori, di difendere il lavoro, di incoraggiare le aziende sane ed etiche.

Qualsiasi provvedimento che – in modo manifesto o dissimulato – collide con l’interesse dei lavoratori dev’essere apertamente criticato, con metodo e modi adeguati, e con fondate motivazioni.

Per questo diciamo che sbaglia chi crede di strizzare l’occhio a questo o quel partito politico solo per ottenerne in contraccambio un fantomatico occhio di riguardo.

Il lavoro si salvaguarda unicamente tenendo lo sguardo sempre vigile e giustamente critico sul governo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: