jump to navigation

Parola d’ordine: resistere agli attacchi sferrati 28 novembre 2006

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
trackback

no-pasaran.GIF

info RSA: in atto un tentativo di soffocare radioscarpa. Parola d’ordine:

RESISTERE!

Dopo aver usato la tendina nera (censura ed oscuramento del sito sui pc aziendali) ora volksbank passa all’attacco diretto.

Pensate: dopo aver messo le e-mail a disposizione di tutti (pubblicando tutti gli indirizzi internet delle filiali sul proprio sito), ora la banca sostiene che radioscarpa non potrebbe mandare messaggi elettronici alle e-mail pubblicate. Robe da matti. Soprattutto un tentativo in piena regola di mettere il bavaglio alla libera informazione.

Di seguito vi pubblichiamo il testo di risposta inviato all’azienda:

« 28.11.2006 – Egregi Signori, gli indirizzi delle vostre filiali sono da Voi pubblicati sul sito internet della Banca Popolare dell’alto Adige/Südtiroler Volksbank e quindi posti a conoscenza di tutti. Ed oltretutto presentano un meccanismo di composizione semplice ed efficace (numero filiale+@volksbank.it), in modo da non richiedere alcuno sforzo di memorizzazione o interpretazione. 

La vostra asserzione secondo la quale Tutte le comunicazioni devono avvenire pertanto da subito esclusivamente tramite affissione o bacheca elettronica” non può essere condivisa, poiché vieterebbe al sindacato l’esercizio di un suo diritto fondamentale: la libera e democratica comunicazione; per esempio attraverso il volantinaggio. Volantinaggio manuale cartaceo e volantinaggio elettronico. Ad ogni buon conto, l’utilizzo della bacheca elettronica deve essere inteso come una facoltà in più rispetto alla gamma della comunicazione sindacale e non già in senso esclusivo-restrittivo-esaustivo come vorreste intendere.

Vi rammentiamo che allo stato attuale è già in atto un vostro grave provvedimento di censura sulla lettura in azienda delle comunicazioni sindacali, vietando l’accesso ai collaboratori dai pc aziendali al sito -blog https://radioscarpa.wordpress.com
 

Oltretutto le nostre comunicazioni non sono né massicce, né pesanti dal punto di vista dei kilobyte inviati. Ad ogni modo, per evitare strumentalizzazioni, la loro frequenza sarà diradata portandole a più o meno una la settimana. Si otterrà in questo modo maggiore attenzione da parte di chi legge .

In questo contesto, la vostra affermazione Vi invitiamo ad astenerVi fin da subito da tali interferenze esterne su indirizzi della banca. In caso contrario ci vedremo costretti a bloccare/respingere dette comunicazioni.” risulta priva di fondamento e di pertinenza in quanto quella che noi attuiamo non è altro che libera informazione sindacale su indirizzi da voi stessi pubblicati alla collettività.

Vi facciamo presente che impedire le comunicazioni sindacali a firma “RSA” (Rappresentanza sindacale aziendale) è un atto grave ed antisindacale.

Come se non bastasse, va annotato che non avete accolto il nostro invito, formulato per iscritto, nel quale vi chiedevamo un incontro per discutere la questione “radioscarpa”.

E allora Vi invitiamo a voler iniziare a considerare il Sindacato quale interlocutore sociale, a voler far tesoro anche delle voci critiche, che comunque sono sempre finalizzate a costruire qualcosa di positivo, e ad interrompere ogni vostro atteggiamento ostile e censorio.
Questa comunicazione verrà diffusa ai lavoratori tramite i canali di competenza sindacale.
Distinti saluti
Le RSA UILCA E FISAC/CGIL

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: