jump to navigation

COMUNICATO STAMPA 26 luglio 2006

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
trackback

COMUNICATO STAMPA

L’UNITA’ SINDACALE PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA DEL SETTORE CREDITO Insieme alle 5 organizzazioni (Dircredito, Falcri, Fiba/Cisl, Fisac/Cgil,Uilca) siederanno allo stesso tavolo Fabi, Sinfub, Ugl/credito

Un evento storico destinato ad incidere nella realtà sindacale del settore: le 8 sigle sindacali del credito (ad eccezione del Silcea, che ha rinviato di qualche mese, al termine del suo Congresso, la decisione di confluire nell’alleanza) hanno concordato un percorso unitario che li porterà, tra l’altro, a definire in comune la prossima piattaforma contrattuale Abi (n.b. il contratto dei bancari è scaduto alla fine dello scorso anno). Convinti che in un sistema bancario sempre più internazionalizzato i problemi vadano affrontati con la massima unitarietà, le 5 organizzazioni sindacali del primo tavolo hanno avviato il confronto unitario, stilato e presentato alle altre organizzazioni sindacali un documento sulle prospettive strategiche unitamente ad uno che fissa principi, regole e procedure che presiedono ai comportamenti unitari. Nel regolamento si fissano i criteri di pari dignità, conduzione unitaria delle vertenze, superamento delle divergenze periferiche, patto di non concorrenza sleale.

I confronti effettuati hanno registrato concordanze sia sugli aspetti politico-programmatici, sia sulle regole che, in centro e in periferia, presiederanno alla condotta unitaria. Un sindacato più forte ed unito, si presenterà dunque all’imminente appuntamento con l’Abi, per proseguire il lavoro che ha consentito la stipula del contratto nazionale di lavoro del 12/2/2005.

La piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro che sarà dunque, per la prima volta nella storia del settore, preparata unitariamente e discussa in unico tavolo, dovrà elaborare una proposta adeguata ad un momento epocale nel quale entrano in gioco l’avanzamento del percorso di responsabilità sociale d’impresa, le tutele occupazionali e professionali dei lavoratori, l’avvenuto riequilibrio competitivo del sistema, i processi di integrazione proprietaria e di concentrazione europei, con la quale proseguire l’operazione di redistribuzione salariale avviata con il contratto nazionale di lavoro del 12 febbraio 2005.

Dircredito – Fabi – Falcri – Fiba/Cisl – Fisac/Cgil – Sinfub – Ugl/credito – Uilca

Roma 27 luglio 2006

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: