jump to navigation

le grandi manovre 21 aprile 2006

Posted by radioscarpa in mondo del lavoro.
trackback

Abi, grandi manovre per la successione a Sella
news da MF –  A. Ducci  – 20/04/06
Un incontro interlocutorio prima di scegliere chi sarà il vero successore di Maurizio Sella al vertice dell'Associazione bancaria italiana. Il comitato esecutivo dell'Abi, svolto ieri mattina a Roma nei saloni della sede di Palazzo Altieri, è servito ai banchieri soprattutto come aggiornamento sul lavoro svolto fin qui dai cinque saggi impegnati nell'individuazione del candidato. A svolgere il delicato sondaggio sono stati chiamati Giovanni Bazoli, Elio Faralli, Antonio Patuelli, Camillo Venesio, e, novità rispetto al passato, anche lo stesso Sella. In pratica, il presidente uscente a cui dovrebbe spettare la carica di presidente onorario sarà chiamato a valutare e scegliere il suo successore (il modello è quello dei past president già adottato da altre associazioni come Confindustria). Ma allo stato attuale l'unica certezza è che a luglio dovrà essere nominato il successore di Sella, che lascia la carica dopo otto anni e quattro mandati consecutivi. I nomi su cui starebbero lavorando i saggi sono quelli del presidente di di UniCredit, Carlo Salvatori, e quello del presidente della Banca Polare di Milano, Roberto Mazzotta. Candidato su cui potrebbe convergere il gradimento dei grandi istituti. Ma la partita è complicata anche dalle incertezze lasciate in eredità dal recente passaggio elettorale. Al nuovo presidente toccherà infatti il difficile compito di ridare slancio all'associazione. Un obiettivo complicato che passerà da un lato per la necessità di affrancare Palazzo Altieri dal cono d'ombra di Banca d'Italia, e dall'altro dal risanamento dell'immagine del mondo bancario agli occhi dei risparmiatori. Uno dei nomi che più corrisponde all'identikit del nuovo presidente è quello di Corrado Faissola, a.d. di Banca Lombarda, ma lo stesso Luigi Abete di Bnl, benché si sia tirato fuori dalla partita potrebbe rientrare nei giochi. Con ogni probabilità come emerso ieri i banchieri si prenderanno tutto il tempo necessario e la decisione prevista per maggio potrebbe slittare al comitato fissato per giugno. In veste di outsider potrebbe infine riemergere il nome di Camillo Venesio, amministratore delegato della Banca del Piemonte e vicepresidente dell'Abi. Il comitato esecutivo di ieri è servito anche a valutare quello che dovrà essere il nuovo corso dell'associazione dei banchieri, nel corso della riunione sono stati inoltre illustrati i criteri con cui valutare le performance della struttura presieduta da Sella e guidata dal direttore generale, Giuseppe Zadra. Nel frattempo, non sembrano invece esserci novità sul fronte della procedura di sospensione della Banca Popolare Italiana. Un provvedimento annunciato prima di Natale ma sul quale la decisione è stata rinviata al consiglio dell'associazione (il parlamentino di Palazzo Altieri) fissato per il 30 maggio.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: